I Ducks cedono 30-20 ai Panthers

I Ducks Lazio cedono 30-20 a Ciampino con i Panthers Parma e vedono svanire le speranze di disputare almeno i quarti di finale in casa. Ancora al netto di assenze pesanti, la formazione di Davide Giuliano ha giocato un buon primo tempo, andando a sprazzi (solo Big Play in attacco) nella ripresa.

  Oltre che contro i Panthers, i padroni di casa hanno dovuto fare i conti con un numero di falli sanzionati senza precedenti. Al netto dei due touchdown giustamente annullati, in tutte le situazioni dubbie non c’è stata storia sul chi punire.

I Panthers hanno disputato una partita senza acuti ma anche senza particolari sbavature, se non nel finale, quando la decisione di mettere palla in aria a 3′ dal termine è stata punita da uno splendido intercetto di Melchiorre. Grazie a un kicker/punter che fa finire costantemente la palla nella end zone avversaria, costringendo gli avversari a coprire tutto il campo per segnare, a una difesa che, pur concedendo qualche Big Play, tiene bene nel complesso e a un attacco che, quando ha le occasioni giuste (buone posizioni di partenza) riesce a sfruttarle, i Panthers sono riusciti a uscire indenni dall’Arnaldo Fuso. I Ducks hanno giocato meglio rispetto agli avversari il primo tempo, ma è bastato un intercetto subito nel finale del parziale per tornare negli spogliatoi sotto 14-8. L’equilibrio si è spezzato in maniera definitiva solo nel quarto conclusivo, considerando il lungo tempo passato in campo dalla difesa capitolina, rispetto a quella avversaria.

I Panthers vanno avanti 7-0 con una corsa di Pooda, anche grazie alla buona posizione di campo (29 offensive) dopo un punt quasi bloccato. La reazione dei romani porta a due touchdown annullati (uno per taunting, l’altro per un’interferenza offensiva che era solo un possibile holding) e a un 4° e 2 non chiuso. Sul drive successivo però Johnson corre per TD e trasformazione che ribalta il punteggio sull’8-7. Dopo un veloce tre e fuori, Bryant restituisce palla ai Panthers con un intercetto ed Hennessey serve Finadri allo scadere per l’8-14 del primo tempo.

La ripresa si apre con una cannonata per Melchiorre che riceve anche nel breve in end zone per il 14-14. Seguono due punt, quindi il field goal di Felli che riporta avanti i Panthers a fine quarto. Gli ospiti riprendono palla e costruiscono un lungo drive chiuso ancora in end zone da Pooda. Altra cannonata per Melchiorre e punteggio sul 20-23, ma la difesa di casa sembra non averne più, perdendosi Canali che sigla il 20-30. Martoriati dalle penalità, i Ducks devono andare di nuovo al punt, ma la scelta di mettere palla in aria di Hennessey viene vanificata dall’intercetto di Melchiorre. L’ultima speranza dei padroni di casa si arena su un 4° e 20 (incompleto, con colpo in ritardo su Johnson, ma non per la crew). Ora due settimane di riposo prima del confronto con i Giants che potrebbe non essere decisivo per migliorare un quinto posto che, a meno di improbabili cedimenti dei Guelfi, appare segnato. Così come una possibile rivincita nei quarti con i Panthers, ma a Parma. Magari con un roster al completo.

Ufficio Stampa

Ducks Lazio

Photo credit  Stefano Scaccia – Sophia Sperandio

Categorie

Archivi