Si è concluso il percorso che per un anno ha visto gli studenti del biennio dell’Istituto Massimo, prestigiosa scuola salesiana della Capitale, impegnati ad imparare il Flag Football in inglese. L’abbinamento di nostri istruttori madre-lingua con la pratica del Flag è risultato molto gradito sia ai ragazzi che ai genitori. Lorenzo Melchiorre, eccellente playmaker dei biancocelesti, laureato all’American International University in Scienze dell’Educazione, ed il team di allenatori dei Ducks Lazio, hanno guidato i gruppi formando 14 squadre miste in un torneo iniziato in inverno e conclusosi con la disputa delle finali.

Tutti hanno dimostrato voglia di partecipare e mettersi in gioco, ma alla fine sono stati gli studenti della 2B del liceo scientifico a conquistare la vittoria.
Il Presidente Pacelli ha poi premiato i finalisti ed omaggiato gli oltre 100 studenti con un kit della Lazio Football.

«È stato divertente lavorare con quisti ragazzi – ha affermato Tyler Johnson, quarterback dei Ducks e compagno di Melchiorre in veste di istruttore – visto che insegnare è la mia vocazione. L’ho fatto negli Stati Uniti dopo la laurea e vorrei continuare magari come allenatore».

Molto soddisfatto il coordinatore del progetto, prof. Paolo Rossitto, che ha dato appuntamento al termine dell’anno scolastico per approfondire nuove opportunità di collaborazione fra l’Istituto ed i Ducks.
Da sottolineare l’accattivante peculiarità del Flag Football che permette a ragazzi e ragazze di giocare insieme, una delle poche discipline a fare questo nell’ambito degli sport di squadra.
Il lavoro svolto dalla Lazio Football prosegue nell’ottica di ampliare il numero delle scuole a cui proporre un corso del genere, al fine di creare un movimento interscolastico annuale sul modello già sperimentato con successo nel nord d’Italia, affiancando agli sport tradizionali quali calcio, basket e pallavolo, anche la nostra disciplina. Ricordiamo che la Lazio Football sarà impegnata nelle finali nazionali di categoria U13 ed U15 dal 31 maggio al 2 giugno a Grosseto, e che sarà possibile seguire i nostri giovani atleti ed atlete del Flag attraverso i nostri canali social Instagram, Facebook e YouTube.

Categorie

Archivi