Panthers KO 22-20, con qualche patema in coda

Un finale di partita da non consigliare ai deboli di cuore quello andato in scena a Noceto nel quarto di finale di I Divisione di football tra Panthers Parma e Ducks Lazio. Il touchdown realizzato dai padroni di casa a 2” dal termine, ha rischiato di rimettere in discussione una partita che i romani avevano dominato per almeno tre quarti. Il tentativo di trasformazione alla mano non andato a buon fine ha però sancito il meritato successo dei Ducks.

Panthers KO 22-20, con qualche patema in coda

Un finale di partita da non consigliare ai deboli di cuore quello andato in scena a Noceto nel quarto di finale di I Divisione di football tra Panthers Parma e Ducks Lazio. Il touchdown realizzato dai padroni di casa a 2” dal termine, ha rischiato di rimettere in discussione una partita che i romani avevano dominato per almeno tre quarti. Il tentativo di trasformazione alla mano non andato a buon fine ha però sancito il meritato successo dei Ducks.

Nel primo tempo la squadra di Davide Giuliano ha dettato legge con la difesa, mettendo la museruola all’attacco avversario (costretto a giocare con il giovane Rossi come QB a causa dell’infortunio di Hennessey) anche quando questo è entrato nelle dieci, e andando a segno tre volte con i lanci di Johnson per Melchiorre (2) e Rinaldi. Una superiorità che in alcuni momenti è sembrata quasi imbarazzante e che probabilmente il 19-0 non ha sancito veramente.

Nella ripresa la formazione di casa ha cercato di reagire, con un lancio di Rossi per Finadri, ma a inizio ultimo quarto i Ducks sono tornati dentro le dieci avversarie. Dopo tre down senza varcare l’end zone il field goal di Bianco ha portato comunque il punteggio sul 22-7. Tutto vanificato dal ritorno di kick off di Alinovi che ha accorciato sul 22-14. I Panthers non sono riusciti a rovesciare l’inerzia del match e hanno riavuto palla in condizioni difficili solo a 50” dal termine. Un quarto down chiuso ha permesso però ai padroni di casa di poter arrivare a ridosso della Red Zone. Su 4° e 11 a 2” dalla fine il lancio di Rossi per Ampomah ha ridotto le distanze sul 22-20. Il macchinoso tentativo di trasformare alla mano non ha avuto però successo, consentendo ai romani di festeggiare il secondo ingresso consecutivo tra le prime quattro del campionato.

Lorenzo Melchiorre, due touchdown, un intercetto e presenza continua sia in attacco che difesa, è l’MVP del match, ma Rinaldi è subito alle spalle insieme all’intera linea di difesa che ha concesso davvero briciole. Domenica prossima viaggio a Milano per affrontare i Seamen con in palio un posto al sole di Sesto San Giovanni.

Ufficio Stampa

Ducks Lazio

Photo credit  Stefano Scaccia

Categorie

Archivi