Il tempo infame condiziona la gara comunque vinta 29-0

Una domenica bestiale per le condizioni meteo che hanno pesato in maniera decisiva sull’aspetto tecnico di Ducks-Warriors. I bolognesi, presentatisi in 13 in campo, hanno messo veramente tutto quello che avevano. Un po’ meno i Ducks, che dopo il punt return da 58 yard di Mannato, si sono persi nella pioggia, cedendo ben cinque palloni da altrettanti fumble. Nel primo tempo i Warriors hanno avuto palla sulle 19, sulle 15 e sulle 12 offensive, ma non sono mai riusciti a trovare uno sbocco con l’attacco.

Dopo il nulla dal punto offensivo nella prima parte di gara, la ripresa, senza più pioggia incessante, ha permesso ai Ducks prima di portarsi sul 14-0 con Alessio Proietti, quindi di allungare nel finale con una corsa di 35 yard di Nati e poi con un qb sneak di Conteddu. Difficile individuare un migliore in campo, anche se alla fine l’accoppiata intercetto in difesa che dà il la al 14-0 e il touchdown del 21-0 messo a segno di corsa, fa pendere l’ago della bilancia per Edoardo Nati. Difesa di casa protagonista in blocco, ma l’attacco avversario non è sembrato irresistibile di suo.

Bisognerà ragionare su quel che c’è da fare domenica prossima, nel caso a Firenze si presentasse un altro nubifragio. I Guelfi si sono di fatto qualificati per i playoff battendo di nuovo i Red Jackets, stavolta a Sarzana 12-6. In linea teorica sono quindi ancora in lotta per la prima posizione con una sola sconfitta al passivo.

Presenti alla gara di Ciampino il nuovo capo allenatore dei Ducks di I Divisione Dan Pippin e il presidente della Polisportiva Lazio Antonio Buccioni.

Ufficio Stampa

Ducks Lazio

Photo credit Sophia Sperandio

Categorie

Archivi